Servicehotline
+39 0471 954558
captcha
Home.  News

HYGAN alla PULIRE 2.2 2017

A Hygan va una menzione speciale di merito per i suoi detergenti ecologici

PULIRE 2.2 - Si è tenta dal 23 al 25 maggio a Verona la kermesse internazionale che ha visto riunirsi gli attori del settore pulizie professionali da tutto il mondo. Un appuntamento che fa tappa, oltre che nella città veneta, anche in diverse capitali europee, nonché a Dubai, Johannesburg, Mosca, India e Bangkok. Durante la manifestazione si è tenuta anche la cerimonia di premiazione del Premio Nazionale Ecolabel UE 2017, volto a prodotti e servizi che rispettano l’ambiente. L’azienda storica altoatesina HYGAN si è portata a casa una menzione speciale.
 
“Per l'impegno profuso nella produzione e la valorizzazione di prodotti a basso impatto ambientale, con particolare riferimento alla detergenza per superfici in vetro e plexiglas, con prodotti privi di composti organici volatili.” Questa la menzione speciale assegnata a HYGAN, storica azienda produttrice sudtirolese, al Premio Nazionale Ecolabel UE 2017, svoltosi durante la fiera di settore PULIRE 2.2, al quale hanno partecipato Paesi da tutto il mondo.
Il prodotto premiato è il detergente ECORAIN Pulitore Vetri e Plexiglas, l’unico prodotto per vetrate certificato Ecolabel che non contiene sostanze organiche volatili, né alcool né ammoniaca, le quali rappresentano una delle sorgenti primarie dell’inquinamento atmosferico degli ambienti interni. Il concetto di sostenibilità è profondamente radicato nella cultura dell’azienda ed è presupposto per una buona qualità di vita. Da sempre HYGAN si distingue per la rinuncia a componenti chimici dannosi per l’ambiente e la scelta di utilizzare materie prime rinnovabili e materiali di imballaggio riciclabili.
ECOLABEL e l’impegno per una costante salvaguardia dell’ambiente
Ecolabel UE è il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea, istituito nel 1992, che contraddistingue prodotti e servizi che, pur garantendo elevati standard prestazionali, sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale. Si basa su un sistema di criteri selettivi, definito su base scientifica che, nel caso specifico dei detergenti chimici, tiene conto delle sostanze chimiche utilizzate, della riutilizzabilità/riciclabilità delle materie e del materiale d’imballaggio.